Nutrire le mucche prima e dopo il parto

Pin
Send
Share
Send
Send


Per nutrire una mucca dopo il parto non diventa un problema, è necessario pianificare una dieta prima della nascita. Quindi non vi sarà alcuna minaccia di paresi dovuta a carenza di calcio o chetosi a causa della mancanza di glucosio. Compilato da tutte le regole del menu contribuirà a mantenere un buon appetito e attività dell'animale. Il nostro articolo aiuterà ad affrontare il valore nutrizionale di ogni prodotto consumato dai bovini stabilizzati. Vi diremo come e cosa fare per organizzare una dieta sana per le mucche prima e dopo la nascita del vitello.

Pianificazione dietetica

Prima di dirti come nutrire una mucca dopo il parto, parliamo del periodo precedente. Gli indicatori della produzione di latte durante la gravidanza della mucca sono importanti. Dopotutto, sulla base di questi valori, vengono effettuati i calcoli preliminari dei tassi di consumo di mangime. Cioè, il peso del bestiame e gli indicatori precedenti del latte prodotti durante l'allattamento sono presi come base.

Ad esempio, se una mucca pesa 500 kg e dà 4 litri di latte al giorno con un contenuto di grassi del 4%, dopo il parto dovrà utilizzare una varietà di mangimi ogni giorno con un indice nutrizionale generale di 8-9 unità di alimentazione. La quantità di proteine ​​digeribili dovrebbe essere di circa 1000 g, carotene - 380-400 g, calcio - 90-100 g, fosforo - 60-70 g.

Questi standard corrispondono al menu, che viene presentato di seguito nella tabella comparativa:

Si noti che dopo il completamento del processo di distribuzione della mucca, il tasso di insilato è raddoppiato. Tuttavia, come tutti gli altri prodotti. Ciò è dovuto al desiderio del proprietario di ottenere più latte a spese di mangimi succosi.

Ma una tale dieta è raccomandata a Burenka solo nella stagione fredda o all'inizio della primavera. Non appena l'erba fresca appare nei prati, la quantità di insilato si riduce e la parte principale del liquido entra nel corpo dell'animale con foraggio verde.

Balance Set

Per non affrontare i problemi legati all'alimentazione delle mucche dopo il parto, esaminiamo il mangime che può e deve essere incluso nella dieta. Per mantenere l'equilibrio energetico e vitaminico nel corpo e per il normale funzionamento dell'apparato digerente, è necessario il seguente set:

  • roughage (20-30 centesimi all'anno) - fieno, paglia, haylage;
  • mangime succulento (35-45 centesimi all'anno) - insilato;
  • foraggio verde (50-70 kg al giorno durante il periodo di pascolo) - erba fresca;
  • concentrati (4-5 centesimi all'anno);
  • rifiuti dell'industria alimentare (10-15 kg al giorno mescolati con foraggio grossolano) - polpa di barbabietola, bardo;
  • vitamine (carote - 2-4 kg al giorno, barbabietole da foraggio - 3-5 kg ​​al giorno; zucchine - 2-4 kg al giorno) - radici e verdure.

Se per qualche motivo, la mucca non mangia o beve poco, allora questo comportamento non può essere ignorato. Un animale sano non si rifiuterà di nutrirsi. Dopo il parto, il corpo della vacca è indebolito e soggetto a malattie e, per non ritardare il trattamento di una possibile malattia, è meglio invitare un veterinario.

Quando hai bisogno di più fluido

Un grave errore viene commesso da quegli agricoltori che iniziano a nutrire la mucca di fronte all'hotel come se avesse già partorito. Dopotutto, la regola principale negli ultimi mesi prima del parto è la riduzione dell'alimentazione succulenta per limitare la quantità di latte prodotto e l'obiettivo è quello di fermare completamente la mungitura.

Questa modalità consente alla mucca di rilassarsi e accumulare un apporto di sostanze nutritive nel corpo, quindi di usarlo per sé e sotto forma di colostro per dare il vitello. Se continui ad alimentare la mucca con mangimi succulenti e metti il ​​latte fino alla nascita, la qualità del colostro non sarà diversa dal latte normale. E non avrà senso da lui.

Ma già dopo il parto, a casa, compreso - l'obiettivo è assolutamente l'opposto. La quantità di mangime succulento e il consumo di liquidi durante l'alimentazione sono gradualmente aumentati. Entro 2-3 mesi, il consumo giornaliero è adeguato ai seguenti standard:

  • carote - 15 kg;
  • barbabietola da foraggio - 20 kg;
  • barbabietola da zucchero - 10 kg, patate - 10 kg;
  • zucca (anguria) - 15 kg.

Aumento graduale fino a volume pieno

Quando il parto è finito, la mucca stanca ha bisogno di riposo e di reintegro di energia vitale a causa dell'assunzione di nutrienti dal mangime. Tuttavia, non puoi darle troppo di questo potere.

Quindi, il primo giorno le danno un po 'di fieno - non più di 3 kg. E così ha visto con piacere, l'acqua è leggermente riscaldata ad una temperatura di 28-30 gradi. Cerchiamo di analizzare di giorno, come e cosa nutrire la mucca in pensione.

Il secondo giorno, oltre all'acqua e al fieno, la torta viene aggiunta alla dieta. Può essere sostituito da crusca, diluito in acqua. Volume pulito - fino a 1 kg. Il terzo giorno, puoi gradualmente iniziare a introdurre mangimi succulenti: barbabietole, insilati. Il tasso viene distribuito in modo tale che al sesto giorno la quantità di barbabietole sia di 5 kg, e al settimo giorno la quantità di insilato raggiunge i 6 kg.

Inoltre, l'erba fresca è inclusa nella dieta. Ma la prima volta viene dato un po '- 6-7 kg. Un aumento graduale del tasso dopo 10 giorni porta a una cifra di 40 kg al giorno. Di conseguenza, il peso degli altri prodotti presenti nel menu aumenta.

Il periodo di trasferimento graduale a una dieta completa richiede circa 10-12 giorni.

La restrizione dei mangimi succulenti nella prima settimana dopo la nascita è associata alla prevenzione delle malattie del seno. Ma se, dopo il parto, si infiammano le mammelle di una mucca, il processo di aumento dell'alimentazione succulenta nella dieta è reso ancora più fluido, allungandosi a 20-25 giorni.

Regoliamo la quantità di mangime nella pratica

Nel processo di monitoraggio della mucca dopo il parto, è necessario monitorare a quale livello la produzione di latte e come il peso dell'animale cambia (o non cambia). Dopo il parto, un Burenka non dovrebbe perdere peso e la quantità di latte dovrebbe aumentare. Se il processo è diverso, la nutrizione è bilanciata in modo errato.

Ad esempio, se dai una mucca 4-5 kg ​​di mangime al giorno e ricevi 12-13 litri di latte al giorno, dovresti cercare di aumentare il volume del mangime, mentre osservi i cambiamenti nella produzione di latte. Se viene aggiunto latte, puoi continuare tranquillamente ad aumentare il mangime. Ma se durante due o tre giorni non accade nulla, allora il tasso viene ridotto alla cifra che era originariamente (produttività effettiva).

Per ottenere rese elevate, consigliamo non solo ai fienaroli di essere somministrati ai rappresentanti del bestiame, ma anche di aggiungere alla razione delle colture di fagioli almeno 3-4 kg al giorno. Sono ricchi di proteine ​​e vitamine.

Se ti è piaciuto l'articolo, per favore metti un Mi piace.

Nei commenti, parlaci delle tue osservazioni se dovessi fare una dieta per una mucca prima o dopo il parto.

Pin
Send
Share
Send
Send


Загрузка...

Guarda il video: L'orrore degli allevamenti, la produzione del latte. (Febbraio 2023).

Загрузка...

Загрузка...

Categorie Popolari